Cosa vedere a Napoli: un mini itinerario di questa splendida città

Cosa vedere a Napoli: un mini itinerario di questa splendida città

Ecco una breve guida su cosa vedere a Napoli in uno, due e tre giorni per godere al meglio delle bellezze di questa splendida città.

Cosa vedere a Napoli in un giorno

Spaccanapoli

Una cosa da vedere a Napoli in un giorno è “Spaccanapoli”: il cuore della città vecchia. La passeggiata inizia dai Quartieri Spagnoli e termina a Forcella. Lungo il tragitto sono talmente tanti i palazzi, le chiese, i monumenti che
non basterebbe un mese per riuscire a vedere tutto. Dunque, il consiglio, è quello di lasciarsi guidare dalla curiosità.

Cappella Sansevero e Cristo Velato

Il “Cristo Velato” di Giuseppe Sammartino vale più di tante parole. La scultura, secondo molti critici d’arte la più bella mai realizzata, si trova all’interno della Cappella Sansevero, alle spalle di Piazza San Domenico Maggiore, in via Francesco De Sanctis. Una tale bellezza merita certamente una visita.

Napoli Sotterranea

Poco distante, in Piazza San Gaetano, c’è l’ingresso di “Napoli sotterranea”. Si tratta di un percorso particolarmente famoso del sottosuolo di Napoli. Una visita guidata nelle viscere della città per scoprirne le influenze greche, quelle romane e, soprattutto, per rivivere i giorni tragici della seconda guerra mondiale, quando circa 40.000 napoletani si rifugiarono sottoterra per sfuggire ai bombardamenti alleati e alla rappresaglia tedesca.

Cosa vedere a Napoli in due giorni

Duomo

Il Duomo è sicuramente una cosa da vedere a Napoli in due giorni. Questo rappresenta la casa di San Gennaro, santo protettore della città. Per capire il legame viscerale tra i napoletani e il loro santo protettore l’ideale sarebbe assistere al “miracolo di San Gennaro”, la liquefazione del sangue del Santo custodito all’interno di un’ampolla. Questo evento si ripete tre volte l’anno: la prima domenica di maggio, il 19 settembre e, infine, il 16 dicembre. Miracolo a parte, il Duomo merita anche ­soprattutto­ da un punto di vista artistico e storico­-culturale.

Piazza del Plebiscito e Palazzo Reale

Una cosa da vedere a Napoli in due giorni è sicuramente la Piazza del Plebiscito, da sempre il luogo simbolo di Napoli. Alle spalle della piazza, il colonnato della Basilica di San Francesco di Paola; di fronte, il Palazzo Reale con le statue di otto dei sovrani più importanti che hanno regnato su Napoli.

Cosa vedere a Napoli in tre giorni

Il Museo di Capodimonte

Una cosa da vedere a Napoli in tre giorni è certamente una visita al Museo nazionale di Capodimonte. Si tratta di un Museo­-Reggia di tre piani circondato da un magnifico bosco dove i napoletani amano intrattenersi e fare sport. Voluta nel XVIII secolo da Carlo di Borbone, la reggia è diventata Museo solo nel 1957. Questo ospita opere d’arte che vanno dal ‘200 alla seconda metà del ‘900. Dalla collezione Farnese che Carlo di Borbone ereditò dalla madre, ad Andy Warhol presente al terzo piano.

Il Petraio

Un’altra cosa da vedere a Napoli in tre giorni di permanenza è il Petraio. Si tratta di rampe che fanno parte dell’esteso sistema di scale (135 scale, 69 gradonate) che collegano Napoli in lungo e in largo. I gradini del Petraio sono 503 e collegano la collina del Vomero con il quartiere Chiaia.

Chiudi il menu