Saint Moritz: cosa vedere e cosa fare nella località svizzera

Saint Moritz: cosa vedere e cosa fare nella località svizzera

Saint Moritz si trova nel cantone dei Grigioni e precisamente in alta valle Egandina, nella cornice incantevole delle Alpi Svizzere. Si tratta, senza dubbio, di una delle località turistiche più antiche ed esclusive d’Europa, simbolo del lusso ma anche di outdoor e sport, tradizioni e cultura, un luogo da visitare in tutte le stagioni.

Saint Moritz con i suoi hotel di lusso, è nato e si è sviluppato come centro termale agli inizi dell’800, questo piccolo comune di poco più di 5000 abitanti. Si è affermato come destinazione per le vacanze d’élite durante il secolo scorso, grazie al boom degli sport invernali (ha ospitato ben 2 edizioni delle olimpiadi) ed un impronta fin da subito orientata ad un turismo di un certo tipo, esigente, ricco e se vogliamo un po’ snob.

Andiamo, dunque, a scoprire quando è preferibile visitare il fascino di questa perla delle Alpi incastonata a 1822 metri di altitudine e distante solo una cinquantina di chilometri dall’Italia e cosa poter vedere.

Quando visitare Saint Moritz

Ovviamente questo dipende soprattutto da cosa volete fare.
In linea generale, comunque, tra i mesi di gennaio e maggio il clima di Saint Moritz è davvero favorevole. A mezzogiorno, è di 6°C mediamente e piove circa 102mm al mese.
Tra i mesi di giugno e agosto il clima è accettabile, ma ancora buono. La temperatura registrata in questo mese è di 24°C e, a agosto, sono attesi 18 giorni di pioggia. Si tratta di temperature non adatte a sciare, ma che senza dubbio permettono di godere di aria fresca e della serenità delle alpi.
Nel mese di settembre il clima di Saint Moritz non è buono dal momento che non è adatto né per lo sci, né per le escursioni estive in montagna. In questo mese la temperatura sale a 11°C e ci si può aspettare di avere 81mm o precipitazioni al mese nel corso di questo periodo.
Infine, tra i mesi di ottobre e dicembre il clima di Saint Moritz è davvero pessimo. In media, al mattino è di -10°C e piove circa 19% del tempo a dicembre.

Cosa vedere e cosa fare a Saint Moritz

La chiesa di San Maurizio

Si tratta della chiesa principale del paese, quella dedicata a San Maurizio. Costruita nel 1867 in pietra grigia su un progetto di Ferdinand Nascher secondo lo stile neoromantico, la chiesa si raggiunge tramite una bella scalinata ed all’interno si rivela semplice ed essenziale. Le vetrate dell’artista Enrico Leone Donati esaltano la luce che si proietta sulle pareti bianche come in un caleidoscopio, l’effetto finale è suggestivo.

Il lago di Saint Moritz

Si tratta dello splendido lago cittadino che con le sue sponde verdi, ordinate e ben tenute e la pista ciclabile che lo circonda, invoglia a fermarsi per fare qualche fotografia. In inverno il lago ghiacciato diventa un luogo magico per passeggiare ma anche il palcoscenico per numerose gare di pattinaggio, corse di cavalli e partite di cricket.

La Torre Pendente di Saint Moritz

A Saint Moritz esiste una torre campanaria che per inclinazione fa concorrenza alla celebre Torre di Pisa! Costruita nel dodicesimo secolo accanto alla prima chiesa di San Maurizio che venne poi demolita, la torre è alta 33 metri e a causa del terreno non sufficientemente stabile, nel tempo è sprofondata da un lato fino a raggiungere i 5.5 gradi di inclinazione. Il nostro consiglio è quello di ammirarla la notte quando viene illuminata.

Museo Segantini

Su di una piccola collina appena fuori Saint Moritz, dal 1908, esiste questo museo/monumento nato per celebrare il grade pittore italiano Giovanni Segantini, uno dei più importanti esponenti del movimento del “Divisionismo”. Le opere esposte, in questa struttura dalla cupola circolare imponente, tra quadri e disegni sono 55 e ripercorrono la carriera dell’artista che trascorse in Egandina i suoi ultimi anni, immortalando la valle in numerosi lavori.

La chiesa di San Carlo Borromeo

Costruita nelle vicinanze del lago, questa chiesa di fine ottocento è un esempio di semplicità e bellezza. All’interno, tre navate costituiscono la struttura sormontata dalle volte in legno, mentre l’organo domina l’ingresso e dalle vetrate colorate filtra la luce valorizzando gli spazi. La messa viene detta sia in tedesco che in italiano, veniteci sotto il periodo natalizio e potrete ammirare il presepe e il campanile adornato a festa.

Il Kurhaus, le terme di Saint Moritz

A Saint Moritz Bad, la parte bassa della cittadina, lontano dalle vie del lusso, dei negozi e dello “struscio”, si trova un grande stabilimento termale, il Kurhaus, dove diversi centri benessere e spa offrono i loro trattamenti sfruttando le acque ricche di ferro che sgorgano dal terreno, l’ideale per terminare una giornata passata sugli sci o sui sentieri dei trekking estivi.

Il Corridore della Cresta Run

Sistemata davanti alla Torre Pendente, questa scultura in bronzo a grandezza naturale rappresenta un corridore di skeleton, sport invernale originario proprio della valle dell’Egandina. L’opera venne donata dal Saint Moritz Tobogganing Club al comune svizzero nel 1985 in occasione del centenario della costruzione della famosa Cresta Run appunto, una pista in ghiaccio naturale lunga più di un chilometro, considerata la migliore al mondo per la pratica di questo sport.

Museo della Regione Engadina

All’interno di una casa tradizionale egandinese al 39 di Via dal Bagn, è stato allestito un museo che testimonia attraverso oggetti, arredi, complementi e ancora stufe, armi ed utensili, la vita dei valligiani dal XV secolo fino ai giorni nostri. Dedicate un paio d’ore alla visita ne uscirete piacevolmente colpiti e meglio informati.

La Fontana di San Maurizio

Sistemata nella piazza che ospita il Rasthouse, l’edificio del comune,la fontana venne scolpita da W. Schwerzmann nel 1910 per celebrare il legionario romano che divenne poi il santo protettore della città, San Maurizio. Passeggiando per le vie del centro sarà impossibile mancarla.

Un viaggio sul Bernina Express

Un’ altra delle cose da vedere assolutamente a Saint Moritz sono i suoi dintorni, un paesaggio montano incantevole sia d’inverno, ricoperto di neve, sia durante le altre stagioni quando i colori si accendono e regalano spettacoli mozzafiato. Come farlo? La soluzione migliore è un viaggio sul Bernina Express, il trenino rosso ormai famosissimo che si inerpica fino a 2253 metri di altitudine e che, con il suo percorso, è stato definito dal National Geographic “una delle linee ferroviarie più suggestive al mondo”.

Il Casinò di Saint Moritz

Che amiate o meno il gioco d’azzardo una visita al Casinò, specialmente qui a Saint Moritz, patria del lusso e dello sfarzo , e magari una piccola puntata alla roulette, sono una simpatica tappa obbligata. Organizzato dentro il meraviglioso Grand Hotel Des Bains, il Casinò è intimo e per nulla dispersivo, arredato con stile e dotato di tutti i giochi tipici, dalle slot machines ai tavoli del Black Jack.