Stampante portatile, quale acquistare da avere sempre con sé

Stampante portatile, quale acquistare da avere sempre con sé

Una stampante portatile è un prodotto pensato per assistere professionisti, studenti o viaggiatori che hanno un costante bisogno di documenti cartacei.
Cerchiamo di capire insieme quali sono le caratteristiche fondamentali e decisivi nella scelta di una stampante portatile.

Fattori decisivi per la scelta della stampante portatile

Prestazioni della stampante portatile

Come abbiamo già detto, una stampante portatile è un importante prodotto che assiste chi non può collegarsi a macchinari da ufficio o chi si trova spesso in giro e non può utilizzare una stampante fissa.
Dunque, per poter valutare al meglio questo tipo di prodotto bisogna anzitutto considerare le prestazioni della stampante portatile, tenendo presente la velocità di stampa, la sua qualità, la gestione della cartuccia d’inchiostro e altro ancora.

Velocità di stampa

Si tratta di un primo importante fattore, soprattutto per chi è solitamente costretto a stampare un carico di documenti ingente e desidera risparmiare tempo.
Per poter valutare la rapidità di esecuzione della stampante, bisogna prendere in considerazione due elementi principali: in primis, il tempo impiegato per la stampa della prima pagina, misurato nel lasso di tempo che trascorre tra il momento in cui diamo il comando di stampa e quello in cui la pagina viene effettivamente stampata. Secondo elemento è invece il quantitativo di pagine stampate per minuto, unità di tempo scelta come standard per la misurazione di questo aspetto.

Qualità di stampa

Successivamente, teniamo poi in considerazione la qualità della stampa, ovvero la risoluzione e la nitidezza delle immagini e del testo stampati. Questo aspetto è particolarmente rilevante per quegli utenti interessati ad utilizzare la stampante portatile per foto, diapositive e grafici. Per poter valutare questo aspetto si tenga presente il numero di DPI (dots-per-inch, ossia il numero di punti per pollice) che indica la quantità di punti d’inchiostro presenti su un segmento della misura di un pollice, ovvero 2,54 cm.

Mediamente, le stampanti portatili di alta qualità con prezzo piuttosto elevato possono raggiungere circa 5.800 x 1.440 DPI e con questo tipo di stampante potremo tranquillamente stampare immagini con una risoluzione abbastanza buona. In questo caso si potrebbe parlare di una vera e propria stampante portatile fotografica.

Fronte/retro

Una dotazione che dovremmo valutare attentamente nel prodotto è la possibilità di stampare sia sul fronte della pagina sia sul suo retro, in maniera automatica piuttosto che manuale. La funzione automatica di stampa fronte/retro di una stampante portatile di fogli A$ è utile per più di una ragione: grazie ad essa, infatti, sarà possibile risparmiare moltissima carta e ridurre anche il numero di fogli di cui si compone il nostro documento.

Multicolore

Si parlava poc’anzi di utenti interessati ad una stampante portatile fotografica: in questo caso, oltre alla risoluzione, bisognerà considerare la scala cromatica di cui dispone la stampante. Se nei modelli fissi troviamo tre principali configurazioni dei colori (CMYK/CMYKOG/CcMmYK) nel caso di una stampante portatile per foto le cose sono leggermente diverse, soprattutto perché questi dispositivi sono ben più piccoli rispetto ai fissi e non potrebbero ospitare le stesse cartucce d’inchiostro.

Connettività

Passiamo adesso a considerare un elemento di primissima importanza per una stampante portatile in A4 o di una stampante portatile in generale: l’insieme delle possibilità di cui dispongono questi prodotti. Infatti, i modi in cui una stampante portatile si collega ad un computer o ad altri dispositivi influenzano notevolmente le sue prestazioni nell’utilizzo quotidiano, determinandone l’utilità.

WiFi

La connessione WiFi è certamente una dotazione apprezzabile in una stampante portatile, in particolare se desideriamo mandare in stampa dei documenti presenti nei nostri dispositivi portatili, come ad esempio smartphone, tablet o notebook.
Oltre ad essere semplice da gestire, questo tipo di connessione ci permette di fare a meno di cavi e collegamenti che potrebbero risultare fastidiosi se ci troviamo in giro e non disponiamo di una scrivania: potremo così posizionare liberamente la stampante dove preferiamo e tenerla anche piuttosto distante dal nostro dispositivo.

NFC

La connessione NFC (Near Field Communication) è un tipo di connessione diffuso prevalentemente negli smartphone e nei dispositivi mobili con sistema operativo Windows, iOS e Android e permette di collegare due dispositivi elettronici tramite il loro avvicinamento fisico. I punti di forza di questo tipo di connessione risiedono nella facilità del collegamento – dato che sarà necessario solamente avvicinare i nostri dispositivi – nella sicurezza della trasmissione e nella sua velocità.

Bluetooth

La connessione Bluetooth è un altro tipo di connessione senza fili che potrebbe tornare parecchio utile in un dispositivo come la stampante portatile. Oltre ad offrire facilità di movimento, comodità ed assenza di cavi, la connessione Bluetooth è indipendente rispetto alla linea telefonica, come avviene invece nel caso della connessione WiFi. L’unico problema della connessione Bluetooth è data dal fatto che dovremo rimanere entro una certa distanza dalla stampante affinché essa possa ricevere i file da mandare in stampa.

USB e slot SD

Le porte USB sono il tipo di collegamento hardware certamente più comune in questo tipo di stampante. Questo tipo di collegamento è assai versatile e ci permette di utilizzare le nostre penne USB ovunque vogliamo, senza avere bisogno dell’intermediazione di un computer. Un vantaggio non da poco per chi utilizza una stampante portatile.

Gestione della carta

In questo caso si fa riferimento alla gestione della carta, un fattore decisionale che comprende sia la compatibilità con i vari formati di carta sia i modi di scrittura che i sistemi di immagazzinamento della carta.

Formati

La prima caratteristica che andiamo a notare è se una stampante portatile da fogli A$ sia o meno in grado di supportare altri formati cartacei con cui ci troveremo a lavorare. Il formato universalmente accettato dalle stampanti è l’A4 insieme ad alcuni altri formati minori come A5, A6, B5, C6. Possono essere supportati altri formati come ad esempio quello busta (DL, N.10, etc.) o quello fotografico.

Cassetto di raccolta della carta

Per poter avere a propria disposizione una risma di carta pronta alla stampa e non dover portare con sé una montagna di fogli, dovremo vedere la dotazione di cassetti per la raccolta dei fogli. Se i modelli fissi dispongono di cassetti multipli per immagazzinare i vari formati cartacei e averli pronti all’uso, nel caso delle stampanti portatili il cassetto è normalmente uno solo, qualora presente: in alcuni casi, infatti, la stampante portatile non dispone di uno scomparto per i fogli e questi dovranno essere inseriti manualmente.

Chiudi il menu