You are currently viewing Bollette salate, le migliori soluzioni ridurre i costi per il riscaldamento

Bollette salate, le migliori soluzioni ridurre i costi per il riscaldamento

  • Autore dell'articolo:
  • Categoria dell'articolo:Casa

Le spese per il riscaldamento incidono molto sul bilancio familiare e si cercano quindi le migliori soluzioni per ridurre i costi senza rinunciare al comfort. Con l’arrivo del 2022 le preoccupazioni per i prezzi del gas sono ancora più giustificate, visto che sono stati annunciati rincari per circa il 40% su base annua. Le cause di questo importante aumento sono da ricondurre all’innalzamento spropositato dei costi per l’approvvigionamento dell’energia, fomentati dalla crisi derivata dalla pandemia e da una forte dipendenza dei paesi europei da nazioni estere per l’acquisto dell’energia. In futuro si dovrà agire per evitare queste situazioni promuovendo una riforma strutturale della produzione e della distribuzione di energia, affidandosi principalmente a fonti sostenibili e risorse interne al nostro paese. In attesa di cambiamenti in tal senso, si può agire adottando abitudini virtuose e partendo da una scelta oculata dei sistemi di riscaldamento. Consultando ad esempio una piattaforma virtuale dedicata alla termoidraulica con shop online potrai avere un’idea chiara sui vari dispositivi disponibili e sulle loro peculiarità.
Ti mostriamo intanto quali sono gli espedienti più efficaci per abbassare i costi degli impianti di climatizzazione.

Installare caldaie ad alta efficienza
La prima riflessione da fare è relativa alla caldaia e al sistema di riscaldamento scelto. In commercio ci sono numerosi modelli ad alta efficienza energetica, che consentono di ridurre i consumi di circa il 30%, come le caldaie a condensazione. Un’altra soluzione è l’installazione delle valvole termostatiche che permettono di regolare la temperatura in maniera automatica, evitando sprechi. Una volta raggiunta la temperatura desiderata, il sistema si spegne e si riaccende solo quando è necessario.

Eseguire una corretta manutenzione
Come per tutti i dispositivi in casa, la manutenzione è fondamentale per mantenere l’impianto efficiente e ridurre i consumi. Prima dell’accensione è quindi importante effettuare una pulizia della caldaia e verificare che tutto funzioni correttamente. I fumi infatti potrebbero intasare i tubi di scarico con conseguente spreco di gas. E un malfunzionamento non individuato con tempestività potrebbe scatenare problemi importanti che si tradurrebbero in ulteriore spesa per la riparazione.

Controllare la temperatura
Uno degli errori più comuni nella gestione del riscaldamento è quello di impostare una temperatura troppo elevata. Ciò provoca una richiesta di energia molto più alta rispetto a quella necessaria, con conseguente spreco di gas. Il consiglio è quello di impostare una temperatura tra i 18 e i 20 gradi. In questo modo si riduce la spesa del 6%.

Richiedere le agevolazioni fiscali
Per gli impianti di climatizzazione e per la riduzione dei costi in bolletta, lo stato ha messo in campo diverse agevolazioni fiscali, che saranno in vigore anche nel 2022. Oltre al bonus per gli impianti di climatizzazione, è stata varata in Legge di Bilancio anche una misura da 3,8 miliardi di euro per contenere gli effetti degli aumenti del costo dell’energia sulle bollette. Parliamo del bonus bollette previsto per tutto il 2022, che prevede la riduzione delle aliquote degli oneri di sistema e uno sconto sull’IVA metano. Sarà inoltre possibile pagare le bollette in 10 rate.

Riduci le dispersioni di calore
Una casa perfettamente isolata aiuta a ridurre la dispersione di calore, con conseguente riduzione del consumo di gas e un maggiore comfort abitativo. Per farlo, l’ideale è installare porte e finestre a risparmio energetico in PVC o in altro materiale isolante, sigillare con silicone i punti di dispersione o applicare delle strisce isolanti lungo il perimetro dell’infisso.