Costumi nuoto, la scelta per praticare questo sport

Costumi nuoto, la scelta per praticare questo sport

Ecco una breve guida su come scegliere i costumi da nuoto per sentirsi a proprio agio in piscina mentre si fa sport.

I motivi che spingono migliaia di donne, uomini e bambini, a praticare il nuoto sono le più disparate. Chi lo fa per passione, chi per tenere il fisico allenato, chi per godere dei benefici che apporta alla salute e alla mente.
Insomma, il nuoto fa bene ed è stato dimostrato più volte da più studi che si sono interessati all’argomento.

I vantaggi che offre questo sport sono tanti e tali da interessare un range di età molto ampio, anche perché sono numerose le possibilità proposte dagli sport in piscina: oltre alle varie discipline agonistiche, è possibile praticare attività quali la pallanuoto o il nuoto sincronizzato, senza dimenticare quelle maggiormente statiche che rientrano nella categoria del fitness acquatico.

Punto fondamentale è la scelta del costume da nuoto per la piscina.
Qualsiasi sia la disciplina per te più stimolante, o utile, è necessario indossare il costume specifico per poter ottimizzare al meglio il tuo lavoro in acqua.
In quest’articolo ti illustriamo pro e contro di vari modelli affinché la scelta del costume da nuoto per la piscina rispecchi a pieno le tua necessità e il tuo gusto.

I costumi da nuoto per la piscina da donna

Per molte donne la scelta del costume da nuoto è un vero enigma. Dal modello alla taglia, dalla vestibilità al tessuto, dal costume a due pezzi a quello intero, che può differenziarsi a seconda del tipo di sgambatura, scollatura e spalline.

La scelta del costume da nuoto da donna dev’essere fatta in base a quali sono i tuoi obiettivi e quali le attività da praticare. Se sei interessata alle discipline agonistiche e ai vari stili ha l’esigenza di indossare un costume allenamento o un costume gara intero che aderisca il più possibile al tuo corpo, consentendo uno scivolamento più efficace in acqua e garantendo performance di alto livello.

Le differenze del costume da nuoto intero

Il costume intero si differenzia, come detto, a seconda della sgambatura, che può essere alta, media o bassa, dalla scollatura, a V, dritta o rotonda, e dalle spalline sul dorso a Y, X, U.

Anche in questo caso la scelta del costume per la piscina è soggetta al rendimento di prestazione che può offrirti un modello piuttosto che un altro, alla migliore vestibilità, oltre che al puro e semplice gusto estetico.

La sgambatura alta slancia oltre ad essere più performante durante la gambata, quella bassa può risultare ideale se cerchi di coprire parti del corpo che ti piacciono meno, mentre quella media svolge un giusto compromesso tra questi due modelli.

Così come per la sgambatura, anche la scollatura propone due modelli principali ed uno intermedio: quella a V che ti lascia maggiore libertà sul petto e quella dritta che copre tutta la fascia alta del tuo corpo, ma che può risultare scomoda durante la nuotata; in aggiunta a queste due c’è la scollatura rotonda che, come nel caso della sgambatura media, si rivela un giusto compromesso tra funzionalità e gusto estetico.

Altra differenza è offerta dal tipo di spalline nella scelta del costume per la piscina. Le spalline a Y danno maggiore sostegno al petto, non ingombrano le spalle e ti garantiscono una buona stabilità durante la bracciata; il modello a X è più flessibile e modellabile sul dorso durante la nuotata, aderendo perfettamente sulla parte superiore del busto; il modello a U, invece, ti lascia il dorso scoperto ed è consigliato se svolgi attività statiche in vasca, facendo tuttavia attenzione alla taglia, in quanto un errore di valutazione di questo tipo può allentare le spalline e crearti fastidio.

Infine, nella scelta del costume per la piscina da donna, è di grande importanza il tessuto. Escludendo i materiali specifici per i costumi da gara (fibre di carbonio, tessuti super resistenti al cloro, etc.), un buon costume deve possedere alte percentuali di lycra, che garantisce al tuo costume estrema flessibilità.

Accertati sempre della taglia e della vestibilità del costume, ricercando sempre una misura superiore dal momento che il tessuto a contatto con il cloro tende ad allentarsi, con il rischio della formazione di bolle d’acqua durante la nuotata.

Chiudi il menu